BIOGRAFIA

mdi ensemble si è formato a  Milano nel 2002. Nel 2017 è stato insignito del premio “Una vita nella musica”, dal Teatro alla Fenice di Venezia, per aver perseguito “con tenacia e infaticabile studio uno scopo molto preciso, affrontare cioè la produzione di musica contemporanea con una forte identità di suono e di stile interpretativo, alla stregua delle formazioni cameristiche dedite al repertorio tradizionale”.

Sin dagli esordi l’ensemble collabora con compositori quali Helmut Lachenmann, Salvatore Sciarrino, Gérard Pesson, Marco Stroppa, Stefano Gervasoni, Sofia Gubaidulina. Artist-in-residence presso il festival Milano Musica dal 2012 al 2017 mdi ensemble è ospite regolare delle più importanti istituzioni musicali italiane e straniere, tra cui Mito-Settembre Musica, Biennale Musica di Venezia, Società del Quartetto di Milano, Ravenna Festival, Festival dei Due Mondi, Festival Transart, Bologna Festival, Festival Présences di Radio France, Festival Jeunesse di Vienna, ORF di Innsbruck, Villa Concordia a Bamberg, SWR di Stoccarda, SMC di Losanna, LACMA di Los Angeles, Chelsea Music Festival di New York. Ha collaborato con direttori quali Stefan Asbury, Beat Furrer, Emilio Pomarico, Pierre-André Valade.

Dal 2016 assume la direzione artistica di “Sound of Wander”, rassegna di concerti e masterclass a Milano, ottenendo il premio Abbiati 2017 per le prime italiane di Dimitri Kourliandski. Dal 2015 cura a Firenze il ciclo di concerti “Contrasti”, inserito nel calendario di Estate Fiorentina. Nel 2019 ha ideato Newmusic Week, in collaborazione con Accademia Filarmonica Romana, un workshop internazionale di composizione e prassi strumentale contemporanea.

Ha inciso cd dedicati a Simone Movio, Mauro Lanza, Marco Momi, Giovanni Verrando, Misato Mochizuki, Emanuele Casale, Sylvano Bussotti, Stefano Gervasoni (premio Accademia Charles Cros, “Coup de coeur-musique contemporaine” 2009). Il DVD See the Sound–Homage to Helmut Lachenmann è stato trasmesso da Rai 5 e Sky Classica.

Sonia Formenti ha conseguito il diploma di flauto col massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio di Milano sotto la guida di Carlo Tabarelli e Gabriele Gallotta. Ha proseguito poi la sua formazione con Glauco Cambursano e Davide Formisano presso l” Accademia del Teatro alla Scala e ha partecipato a diversi corsi tenuti da Giampaolo Pretto, Maxence Larrieu, Jean-Claude Gerard, Vincent Lucas.
Dalla fondazione fino al 2008 è stato primo flauto dell’orchestra “Luigi Cherubini” diretta dal M° Riccardo Muti. Dal 2003 viene regolarmente invitata a suonare col ruolo di primo flauto da prestigiose istituzioni orchestrali come il Teatro dell’ Opera di Roma, il Teatro Regio di Torino, i Pomeriggi Musicali di Milano, il Teatro Comunale di Bologna, la Filarmonica di Torino, l’Orchestra Sinfonica de Galicia, suonando sotto la direzione di Gelmetti, Temirkanov, Masur, Bychkov, Baremboim, Chailly, Gergiev. Ha inoltre suonato con l’Orchestra della Radio Svizzera italiana, l’Orchestra Haydn, la Filarmonica della Scala e il Teatro alla Scala. Nel 2016 inizia a collaborare in qualità di primo flauto con l’Orchestra del Maggio musicale di Firenze suonando sotto la direzione di Mehta.
Come solista e camerista è stata invitata ad esibirsi da: Radio Svizzera Italiana, Società dei concerti di Milano, CEMAT, Lingotto Musica di Torino, RAI, I Solisti Aquilani, Autunno Musicale di Como, Ambasciata Italiana a Sanpietroburgo, Festival Yanàcek di Brno, Parlamento Europeo di Strasburgo, Festival Internazionale di Musica di Kyoto, Festival pianistico Internazionale di Brescia, Teatro Verdi Trieste. Ha ottenuto numerosi riconoscimenti in concorsi nazionali ed internazionali tra i quali il I premio al concorso nazionale “Ponchielli” di Cremona, I premio Tassinari al concorso “Città di Cento”, il II premio al concorso AudiMozart di Rovereto e il I premio al Concorso Internazionale di Chieri (To). Ha inciso per Stradivarius la sonata in Re maggiore di Prokofiev col pianista Mauro Bertoli, la Sequenza I di Berio e Fili di Donatoni con la pianista Aki Kuroda per la Web Tv Limen; la registrazione viene trasmessa in numerose repliche sulla Tv Sky Classica.
Nel 2002 ha ricevuto dal Presidente della Repubblica la medaglia di bronzo quale “Benemerita della Cultura e dell’Arte”. Ha insegnato flauto all’ Istituto Superiore di studi musicali “Tchaikovsky” di Nocera Terinese e attualmente è docente di flauto presso l’ Istituto Superiore di studi musicali “Donizetti” di Bergamo.

Nato a Lecco, si diploma in clarinetto presso il Conservatorio di Milano col massimo dei voti sotto la guida di Sergio Delmastro, per poi perfezionarsi con Hans Deinzer. Frequenta l’Accademia del Teatro alla Scala e la Scuola di Alto Perfezionamento di Saluzzo.
Consegue il diploma in composizione sotto la guida di Sandro Gorli e Alessandro Solbiati e in direzione d’orchestra, formandosi con Emilio Pomarico.
L’impegno nell’ambito della musica contemporanea lo porta a esibirsi in importanti festivals internazionali (Società del quartetto, MITO SettembreMusica, La Biennale di Venezia, RuhrTriennale, Festival Verdi, Bologna Festival, Musik+ di Innsbruck, SMC di Losanna, Festival Traettorie di Parma, Mittelfest di Cividale, Milano Musica, Ravello Festival, Tiroler Festspiele di Erl, Unione Musicale di Torino, Konzerthaus Dortmund, Lacma of Los Angeles, Festival Cervantino di Guanajuato, Forum delle Nazioni 2007 di Monterrey, Toho University of Tokyo, Festival Trieste Prima, Associazione Musicale Etnea, Rassegna Nuova Musica di Macerata…).
Sue registrazioni sono edite da Col legno (vincitore del premio Midem Classical Award), Aeon Paris (Grand prix Accademia Charles Cros 2009), Neon, Stradivarius, Ricordi, SIdM e dall’Accademia Santa Cecilia di Roma. Suoi concerti sono stati registrati e trasmessi dal circuito EuroRadio, RaiRadio3, SWR, RaiInternational, RadioClassica e RadioPopolare.
Docente di clarinetto presso il Liceo Musicale “C.Tenca” di Milano, affianca all’attività di clarinettista, quella di compositore e direttore d’orchestra.

www.lorenzogentilitedeschi.com

Nato a Milano nel 1988, si diploma con lode in violino a soli sedici anni presso l’Istituto Musicale Pareggiato Donizetti di Bergamo, laureandosi successivamente con 110 e lode nel Biennio Specialistico del Conservatorio di Milano. Si perfeziona con Francesco De Angelis presso la Haute Ecole de Musique di Sion (Svizzera), dove consegue il Master Soliste, e successivamente con Pavel Berman presso l’Accademia Perosi di Biella.
Dal 2014 al 2017 è membro della London Philharmonic Orchestra, con cui suona nelle sale più prestigiose del mondo, tra cui Royal Festival Hall e Royal Albert Hall di Londra per i BBC Proms, Carnegie Hall di New York, San Francisco e Chicago Symphony Hall, Sala Tchaikovsky del Conservatorio di Mosca, Concertgebouw di Amsterdam, Musikverein di Vienna, Philharmonie di Berlino, Palau de la Musica di Barcellona, Pechino e Shanghai Sympony Hall, ricoprendo anche il ruolo di Primo e Concertino dei secondi violini. Con l’LPO partecipa per tre edizioni consecutive al rinomato festival operistico di Glyndebourne.
Al rientro in Italia, inizia un’intensa collaborazione come Spalla dei primi violini presso l’Orchestra della Toscana, inaugurando la stagione sinfonica 2017 – 2018 e proseguendo con diverse produzioni liriche e sinfoniche anche nella stagione in corso.
Nell’aprile 2019 vince l’audizione per Spalla dell’Orchestra di Padova e del Veneto, prendendo subito parte a concerti sinfonici (tra cui l’inaugurazione della stagione 2019 – 2020) e cameristici insieme alle altre prime parti dell’orchestra. Con l’OPV è violino solista nella Tartiniana II di Luigi Dallapiccola diretto da Marco Angius, presso la sala dei Giganti a Padova e per I Concerti del Quirinale a Roma, alla presenza del Presidente Mattarella e in diretta televisiva su RAI3.
E’ invitato come Spalla anche dall’Orchestra Haydn di Bolzano e Trento e dall’Orchestra del Teatro Petruzzelli di Bari. Nel 2016 è ospite come Primo dei secondi violini presso l’Orchestre de l’Ile de France di Parigi.
Ha collaborato a lungo con Filarmonica della Scala, Orchestra del Teatro alla Scala, di cui è stato Concertino dei primi violini nell’autunno 2009, Orchestra del Teatro Regio di Torino, Orchestra da Camera di Mantova e Solisti di Pavia, suonando con direttori del calibro di Gustavo Dudamel, Daniel Barenboim, Riccardo Chailly, Yuri Temirkanov, Daniel Harding, Valery Gergiev. Oggi è ospite regolare dell’Orchestra della Svizzera Italiana.
Tra i 17 e i 23 anni è stato violino di Spalla dell’Orchestra dell’Accademia del Teatro alla Scala.
In veste di solista ha interpretato il Concerto di Beethoven con l’Orchestre de Chambre de Lausanne e il Kammerkonzert di Alban Berg per I Concerti del Quirinale in diretta su Radio3 diretto da Marco Angius, riprendendolo poi nel 2018 diretto da Michele Gamba presso il ridotto del Teatro alla Scala. Tiene diversi recital per violino solo e in formazioni da camera, tra cui quelli presso l’Istituto di Cultura Italiana di Londra, la Sala Consiliare di Palazzo Ducale a Genova, la Società dei Concerti di Milano, l’Auditorium Gervasio di Matera per Materadio 2019, il Rubin Theatre di New York.
Attualmente è docente di violino presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali “P. I. Tchaikovsky” di Nocera Terinese (CZ). Tiene masterclass di violino presso il festival Piceno Classica e dal 2010 al 2012 ha ricoperto il ruolo di assistente di Francesco de Angelis presso la Haute Ecole de Musique di Sion.
Suona un violino Simone Fernando Sacconi del 1923.

Nato nel 1978, si è diplomato in violino sotto la guida di Elena Ponzoni presso il Conservatorio “Cantelli” di Novara e in viola con Roberto Tarenzi presso il Conservatorio “Nicolini” di Piacenza, perfezionandosi poi con Maja Jokanovic, Claudio Pavolini e Simonide Braconi in Italia e in Svizzera. Ha tenuto concerti come camerista invitato dalle Settimane Musicali di Stresa, dal festival Ligeti-Milano Musica, dalla Fondazione “Fernando Rielo” di Roma, da Contemporaneamente Lodi, Teatro Bibiena di Mantova, Teatro Municipale Piacenza, Amici della Musica Palermo, Nuova Consonanza Roma, Staatsoper Stuttgart, Europa Musica, Musica y Escena Mexico City, WDR Koln. Prima viola dell’Orchestra Giovanile “Luigi Cherubini” diretta da Riccardo Muti dal 2005 al 2008, con lo stesso incarico viene chiamato dall’Orchestra La Fenice di Venezia e dal Teatro G. Verdi di Trieste. Collabora stabilmente con diverse formazioni orchestrali diretto da L. Maazel, Y. Temirkanov, R. Barshai, K. Masur, E. Inball. E’ stato membro del sestetto d’archi dell’accademia del Teatro alla Scala, col quale si è esibito al Festival di Ravello, al ridotto dei palchi Teatro alla Scala partecipando poi a tourneè internazionali in Asia e in Sud America. Collabora con le più importanti formazioni da camera italiane che si occupano del repertorio contemporaneo, come Divertimento Ensemble, Sentieri Selvaggi, Ensemble Icarus, Ensemble Risognanze, Xenia Ensemble. Attualmente insegna viola presso la scuola “Dedalo” di Novara. Ha effettuato registrazioni per Stradivarius, Ricordi Oggi, Aeon Paris e per la WestDeutscheRundfunk ha inciso un duo inedito per viola, arpa e elettronica di Robert HP Platz.

Nato a Milano nel 1984, ha svolto gli studi di violoncello con Marco Bernardin presso il Conservatorio di Milano, diplomandosi nel 2002 con lode e menzione speciale. Dal 2001 al 2006 si è perfezionato con Mario Brunello alla Fondazione Romanini di Brescia e ha seguito il corso di laurea in Filosofia presso l’Università degli Studi di Milano. É stato inoltre allievo nei corsi di Enrico Dindo, Enrico Bronzi e Frans Helmerson, Günter Pichler del Quartetto Alban Berg e Claus Christian Schuster del Trio Altenberg.
Attivo prevalentemente come camerista, è membro fondatore del Quartetto Lyskamm e di mdi ensemble, formazione dedita alla musica da camera contemporanea.
Con il Quartetto Lyskamm è stato allievo del Quartetto Artemis, del Cuarteto Casals e di Cristophe Coin; ha ottenuto il master in musica da camera presso la Musikhochschule Luebeck. Il quartetto ha vinto il secondo premio del concorso Franz Schubert und die Musik der Moderne di Graz e ricevuto il Premio Claudio Abbado del Borletti Buitoni Trust.
Con mdi ensemble è regolarmente presente nei maggiori festival italiani ed europei. Ha collaborato come camerista e solista con compositori quali Helmut Lachenmann, Fausto Romitelli, Beat Furrer, Pierluigi Billone, Simon Steen-Andersen, Mauro Lanza, Giorgio Netti, Mauricio Kagel, Gerard Pesson, Stefano Gervasoni, Dmitri Kourliandsky e Luca Francesconi. Per il progetto Repertorio Zero, incentrato sulla ricerca sui nuovi strumenti musicali, ha ricevuto il Leone d’Argento della Biennale di Venezia 2011.
Insieme alla pianista Alice Baccalini, ha ideato ‘Brahms a Milano’, un progetto che ha coinvolto novanta musicisti nell’esecuzione integrale della musica da camera strumentale di Johannes Brahms, a favore di associazioni ed enti operanti per l’inclusione sociale.
È frequentemente ospite delle iniziative e delle trasmissioni con musica dal vivo di Radio3 RAI: Radio3 Suite, Lezioni di Musica, Piazza Verdi e le feste della radiofonia a Matera e Cesena.
Nel 2002 è insignito della medaglia di bronzo quale Benemerito della Cultura e dell´Arte; nel 2009 riceve il premio internazionale dell’Associazione Amici di Milano, targa d’argento del Presidente della Repubblica; nel 2010 ottiene la borsa di studio Ivano Becchi della Fondazione Banca del Monte di Lombardia.
É istruttore di scialpinismo per il CAI, presso la Scuola Silvio Saglio della Società Escursionisti Milanesi.

Nato a Torino, Luca Ieracitano ha studiato al Conservatorio della sua città e si è poi perfezionato in pianoforte e musica da camera con Maria Tipo, Andrea Lucchesini e Pietro De Maria. Sin da ragazzo si appassiona al repertorio da camera e dopo il diploma frequenta i corsi di Mario Brunello, Altenberg Trio Wien, Günter Pichler, Enrico Dindo, Dora Schwarzberg, Frans Helmerson ed Enrico Bronzi. Dal 2001 al 2007 l’Associazione De Sono di Torino lo sostiene con una borsa di studio. Svolge un’intensa attività concertistica, esibendosi per istituzioni quali Julia Stoschek Collection a Düsseldorf, Viotti Festival di Vercelli, Lingotto Musica e Unione Musicale di Torino, Fondazione “I Teatri” di Reggio Emilia, Orchestra Nazionale della RAI, Tokyo Jazz Festival, Biennale Musica Venezia. Membro di mdi ensemble da più di dieci anni, svolge una costante ricerca sulla nuova musica, collaborando con alcuni tra i più importanti compositori di oggi.
Dal 2011 collabora con gli artisti Allora & Calzadilla: la loro opera “Stop, Repair, Prepare: Variations on Ode to Joy for a prepared piano” lo ha visto esibirsi in più di 400 performance e masterclass presso Castello di Rivoli – Museo d’Arte Contemporanea, Festival MP6 (Meeting Points) a Bruxelles, Fondazione Nicola Trussardi a Milano, ZKM (Zentrum für Kunst und Medientechnologie) a Karlsruhe, Fundaciò Antoni Tàpies a Barcelona, Pinchuk Art Center a Kiev e Kaldor Public Art Projects a Sidney.